Città e Territori

Il Covid ha tentato di distruggere questo fattore così profondamente umano delle relazioni. Ci aspetta un lavoro enorme per ridare dignità alle relazioni, non parliamo di quelle private che troveranno energie e risorse per rinascere,ma di quelle di relazione tra privati e pubblica amministrazione, tra diritti e doveri.

Alcuni spunti: 

1- Cambio della relazione fra cittadini e pubblica amministrazione. 

Qui il rapporto è già molto incrinato da tempo. Sovrastrutture burocratiche e regolamenti poco chiari o esageratamente restrittivi hanno aggiunto difficoltà e bloccato un sistema. 

2- Ripensare la relazione tra città e sviluppo, investimenti e lavoro.

Politiche di investimento sussidiarie, chiamando a raccolta le associazioni di categoria, imprenditori, investitori. Per ogni ambito individuare le modalità adeguate che siano la risposta ai problemi concreti, trovando soluzioni al rilancio investendo sulle capacità di ognuno per creare lavoro, per un sistema imprenditoriale a 360 gradi

3- Ricostruire rapporti e relazioni tra i territori.

Rialacciare e ricostruire i rapporti con le amministrazioni vicine e verificare strade e modalità di rilancio di tutto il territorio lavorando di concerto con la Repubblica di San Marino, ripartendo ad esempio dall’Aeroporto che non dimentichiamo essere internazionale proprio per questo legame. Un bene in comune da cui partire.  Trovare progetti condivisi per tutte le imprese e gli immobili da troppo tempo in difficoltà o chiuse, presenti sulla Strada Consolare e rivedere il sistema degli incroci aderenti. Fluidificazione della via Marecchiese per favorire gli spostamenti privati e dei mezzi di trasporto delle aziende presenti in tutta la Valmarecchia per garantire un sistemna viario sicuro e scorrevole.

4- Politiche comuni di investimento sul turismo, lavoro, trasporti e sanità.

Frisoni con Ceccarelli